Nello shop di Shekinà i diari Carmen Hernández

Shekinà è lieta di offrire ai fratelli il volume con i pensieri e le confessioni di Carmen Hernández.


Edito dalla Bac (Biblioteca de Autores Cristianos), il libro di Carmen Hernández, co-iniziatrice del Cammino neocatecumenale dal 1979 al 1981, è una raccolta dei suoi pensieri e delle sue confessioni.

Questo volume è stato pubblicato in Spagna il 19 luglio scorso, ad un anno dalla scomparsa di Carmen, spentasi alla venerabile età di 86 anni. Oggi è disponibile in italiano nel nostro shop. Ella appuntava ogni notte i suoi ricordi, i suoi dolori ma anche i pensieri di gioia in un dialogo continuo con Gesù Cristo.
«L’assenza di Gesù rende impossibile l’allegria», scriveva Carmen in uno degli appunti nel gennaio dell’81. E continuava: «Tutto il giorno triste, triste, triste, abbattuta, senza orizzonte e senza energia, senza forza, in niente. Che cosa potrei desiderare? Solo la tua presenza, Signore». Seguono nel libro altre rivelazioni intime su quella «notte oscura» attraversata da santi come Teresa d’Avila, Madre Teresa di Calcutta, Giovanni della Croce citati nei suoi scritti. «Tu non ci sei Gesù mio. Cammino controcorrente. Questa psiche tenebrosa, lamentosa, che amarezza. Non so vivere. Abbi compassione di me. Mi affatico in una tragedia esistenziale», si legge. O ancora: «Gesù mio, ti amo, non mi abbandonare: vieni ad aiutarmi… Vieni, vieni, amore della mia gioventù e mia speranza. Infondimi energia, che sto crollando nel nulla». «Gesù mio, quando arrivi non ho bisogno di scrivere lamenti, vagiti». «Forza mia… grazie, mi conforti nel profondo. Sento la libertà».

340 pagine di pensieri e confessioni che riflettono l’animo di una donna totalmente devota alla missione di evangelizzazione e che ha accompagnato Kiko in questo «itinerario di formazione cristiana» perché le persone fossero toccate dall’annuncio del kerygma, la morte e resurrezione di Cristo. Leggerle è come ripercorrere con lei quegli anni e sentire le sue emozioni più profonde derivare dal suo incessante dialogo con Gesù.
Come Kiko ha confessato: «Tante volte Carmen diceva che ero insopportabile, ma al tempo stesso era sempre accanto a me. Ora comprendo la libertà che aveva nei miei confronti, in quelli della Chiesa e del Cammino, nei confronti di tutti. Una libertà che veniva da una relazione profondissima con Gesù Cristo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *